Il vintage. Anzi no, il finto-vintage

Ancora devo capire come negozi che vendono vintage, vendano anche pezzi finto-vintage. E non intendo retrò ma proprio finto-vintage.

Ero alla ricerca di una lampada da inserire in un mio progetto per la parete sopra al divano del soggiorno che avrebbe dovuto diffondere luce soffusa quando il punto luce principale, quello a soffitto sopra al tavolo da pranzo, sarebbe stato troppo sfacciato.

Ne cercavo una orientabile con il braccio in ottone e finalmente la trovo. Il colore del paralume però era troppo forte, cercavo una tinta pastello da abbinare al divano grigio. 

Chiedo al negozio se quello esposto che aveva attirato la mia attenzione fosse il solo pezzo disponibile e se avessero altro, anche un altro modello ma con il paralume di colore chiaro e non dal colore sgargiante.
Mi sento rispondere che “le possiamo fare del colore che vuoi, delle dimensioni che vuoi perchè le facciamo fare su richiesta”.

Non tutto il vintage e modernariato che vediamo in vendita lo è realmente.
Ennesima conferma.
Chiedere al venditore, chiedere la provenienza del pezzo che abbiamo scelto, informarsi e fidarsi.

La scelta di cosa e come comprare la possiamo fare solo noi.

E per esempio, sul post che ho scritto per Casa Facile che trovi qui, parlavo proprio di come riconoscere uno specchio vintage anni ’50 originale, lo trovi qui.

photo credits Serena Barison


PICSILLI TI AIUTA A RISTRUTTURARE E ARREDARE CASA OVUNQUE TU SIA, DAL VIVO O VIA MAIL