Come abbinare gli arredi ai pavimenti di una volta

Sul recupero dei pavimenti originali ho scritto vari articoli su questo blog; sul perchè recuperarli, sulle varie tipologie di pavimenti anni ’50-’60-’70, su come abbinarli ad altri pavimenti e su come recuperare le cementine.

Una volta presa la decisione di recuperarli, potrebbero sorgere dubbi su come abbinare gli arredi e i colori degli ambienti. Da sempre i pavimenti in graniglia o alla veneziana, per non parlare di quelli palladiani, sono ritenuti difficili da accostare all’arredo contemporaneo con la convinzione che rendano “vecchia” l’intera casa.

Le qualità di questa pavimentazione invece sono molteplici, a partire dalla durevolezza dei materiali fino ad arrivare alla vasta scelta degli accostamenti colori.

Come arredare?

  • Scegliendo degli arredi vintage, senza esagerare
  • Scegliendo arredi moderni che contrastano le linee rètro del pavimento dalle forme essenziali e pulite
  • Scegliendo colori che ben si sposano con quelli del pavimento in modo tale da uniformare l’ambiente e valorizzare sia l’arredo che il pavimento
  • Seguire i colori e le nuance che vediamo nei materiali a terra

 

Ecco alcuni esempi.

Colore e linee pulite

foto Federico Villa Studio

Questa ristrutturazione ha previsto a terra ceramiche nuove ma con lo stesso pattern di quello originale; la graniglia dai toni del bianco, grigio e nero. Abbinata ad un parquet dall’essenza rovere chiara e ad un arredamento moderno con linee essenziali e colori intensi.

Ferro, legno e monocolore

foto Archiproduct per MODO – bakery Livorno
foto Archiproducts per MODO – bakery Livorno

Non è una residenza ma una bakery nel cuore di Livorno. Il pavimento è un “palladiano” dai colori del bianco, nero e grigio. Per arredare questo spazio sono stati usati materiali naturali come il legno per mensole e decorazioni del bancone e strutture in ferro verniciato di nero per strutture, lampade e sedie. Rivestimenti alle pareti invece in “metro tiles” (piasterelle rettangolari bianche e lucide).

Gli scaffali ricordano le librerie sospese o a tutta altezza “String” anni ’60 o quelle italiane e svedesi in ferro e legno che ben si sposano con questo stile di pavimentazione. 
Il mono tono e mono colore rendono l’ambiente rilassante e creano un filo conduttore tra gli arredi. Il legno ha il compito di scaldare le tinte fredde dei grigi.
Per tutto il resto, total white.

Colori pastello, mix vintage e moderno

foto Massimo Adario Architetto

Pavimento palladiano dai toni del grigio, rosa e corallo abbinate a sedie vintage, originali danesi, dai colori caldi e legno che ne richiamano le tonalità. Arredamento cucina invece minimal (e senza maniglie) e con mensole a parete dai colori pastello. In questo intervento è stato scelto un colore menta chiaro con finitura lucida che crea contrasto in maniera delicata.

Toni soft e dettagli preziosi

foto Massimo Adario Architetto

Sovente capita negli appartamenti anni ’60 e ’70 di trovare pavimenti diversi, come in questo caso: un pavimento palladiano scuro dai toni verde bottiglia e grigio antracite accostato ad uno chiaro con tonalità neutre. Come ottenere un filo conduttore negli arredi e colori? In questo caso sono stati scelti arredi dai materiali morbidi come il velluto o il pelo lungo del tappeto entrambi sui toni del grigio perla che richiamano i pezzi di pavimento chiari. Dettagli eleganti in ottone, lucidi ma dal design minimal per lampade e piccoli arredi come i tavolini. Forme e materiali ripresi anche per le decorazioni con sfondo tono su tono della parete.

Colore, design e spazio libero

foto Tiia Ettala

Quando i pavimenti sono così importanti e ricchi di disegni meglio non riempire troppo gli spazi. Quindi scegliere pochi arredi selezionati, colori neutri e se lo spazio le altezze lo consentono scegliere anche stampe per le pareti, della stessa dimensione, stessa cornice con colori e grafica che richiama l’una le altre.